.
Annunci online

DiNotteLaLuna
nei sogni cominciano le responsabilità

letteratura
17 marzo 2009
Le Benevole

 943
Sono le pagine che compongono il libro che ho appena concluso. Forse un racconto così lungo non mi era mai capitato prima, almeno credo. Ma la cosa non mi ha spaventata, anzi, le pagine mi hanno coinvolta una ad una in questa storia incredibile, tragica e disumana raccontata da un uomo anch’egli incredibile, tragico e disumano - ma umano nonostante tutto.
Sto parlando de “Le Benevole”, di Jonathan Littell. E’ la storia che tutti noi conosciamo degli ebrei sterminati dai nazisti, della guerra, della caduta di Berlino, della sofferenza più intima e intoccabile, raccontata però dal punto di vista dei carnefici e del carnefice, in questo caso il personaggio inventato di Maximilien Aue, ufficiale delle SS.
Aue rappresenta, dal mio pesonale punto di vista, quella parte di noi uomini un po’ tetra, un po’ folle, un po’ sottovalutata che penso appartenga a tutti. Quella parte che messi di fronte allo specchio non riusciamo a vedere poiché quest’ ultimo non la riflette, essendo una parte talmente oscura che molti di noi quasi sicuramente non percepiranno mai o non sapranno mai di averla.
Ma lui la trova e la usa, seppur con rammarico inizialmente, fino a quando non diventa parte integrante di se stesso, parte della sua sopravvivenza, una specie di protezione per andare avanti nella sua malsana vita.
Non starò qui a raccontare il libro, sarebbe impossibile. A me ha colpito molto, anche se è un racconto inventato ma sicuramente molto realistico, non solo per i risvolti storici ma anche perché riesce a cogliere bene quel concetto che porta spesso a pensare che l’ uomo, in fondo, è un essere solo e per la propria sopravvivenza è disposto a tutto : ad uccidere, a rubare, a vendicarsi. A vivere con i fantasmi del passato ma……a vivere.

“A lungo uno striscia su questa terra come un bruco, nell’ attesa della diafana e splendida farfalla che porta in sé. E poi il tempo passa, la ninfosi non arriva, rimani larva, desolante constatazione, ma che farci”?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Le benevole Littell

permalink | inviato da iaia_76 il 17/3/2009 alle 18:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
letteratura
28 gennaio 2009
Lo sposo infernale
"...con i suoi baci e i suoi amplessi amici, era un cielo, veramente, un cielo fosco quello in cui entravo, e dove avrei voluto che mi lasciassero, povera, sorda, muta, cieca. Ormai mi stavo abituando..."

  ("Lo sposo infernale" , Arthur Rimbaud)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Lo sposo infernale Rimbaud

permalink | inviato da iaia_76 il 28/1/2009 alle 19:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
letteratura
19 luglio 2008
Un pò di relax...

 Clima politico stressante, regime alle porte, razzismo sfrenante, violenza incalzante, leggi bavaglio, indifferenza, malattie, guerre....oggi mi vien voglia solo di gettare fuori un grande urlo liberatorio, sprigionando quell' animo inquieto che vive dentro di me, mandarlo un pò a passeggio e dirgli: "Fai con calma, io non ho fretta, si cena tardi".....e resto sola con l' altro lato dell' animo, quello un pò bambino, quello rilassato e spensierato della fanciulla che da ragazzina spalancava gli occhioni verdi e guardando all' orizzonte pensava di voler cambiare il mondo a sua immagine e piacimento........Bene, il mondo è sempre quello e forse fa anche un pò più schifo, ma è con questo clima simil fanciullesco, simil rilassato che vorrei consigliarvi la lettura di un libro che in realtà ho letto un paio d' anni fa ma che se penso allo spasso che crea, è l' ideale per vagheggiare in mondi tranquilli.
L' autore è il mitico (almeno per me) Tom Robbins e il libro è 
"Feroci invalidi di ritorno dai paesi caldi". 
Improvvisare una trama sarebbe un pò presuntuoso da parte mia poichè è talmente ramificata di avventure che rischierei di sminuire la divertente storia del protagonista, un agente segreto che amerete se non sopportate più i vari 007 e le loro smanie di perfezionismo......per dirne una: il nostro agente pazzoide è un vegetariano che ama il prosciutto e s' innamora di una suora....un vero spasso.......buona lettura!!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lettura rilassamento tom robbins

permalink | inviato da iaia_76 il 19/7/2008 alle 17:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte